Dal Blog di Marco Ferrini

News

Marco Ferrini, fondatore e presidente del Centro Studi Bhaktivedanta, Accademia di Scienze Tradizionali dell’India.
  • Aiutati, che Dio ti aiuta
    26 Settembre 2019

    La fortuna, per fortuna, non sta a lungo fissa nello stesso posto, né con la stessa persona.
    Ma questa sua eterna mobilità non è una sfortuna, perché ci obbliga a riprogettarci, a superare i nostri limiti, la nostra inerzia, le nostre paure.
    Quando una persona si abitua troppo alla fortuna, diventa irascibile anche per il più insignificante contrattempo; intrattabile a causa della pretesa a cui, sfortunatamente, si è resa oramai dipendente.

    L'evoluzione spirituale richiede un carattere affamato di libertà, creativo, capace di affrontare e risolvere problemi man mano che si presentano.
    È questa attitudine che dovremmo richiedere nelle nostre preghiere, piuttosto che domandare che la fortuna prenda residenza fissa a casa nostra.
    Questa predisposizione ci permette di rimanere lucidi, capaci di attendere il futuro con serenità, contando sulla Divina Provvidenza (dharma), che a tutto provvede.
    Ciò ricorda il detto popolare: "aiutati che Dio ti aiuta".

Dal Blog della nostra scuola di Counseling

News

Marco Ferrini, fondatore e presidente del Centro Studi Bhaktivedanta, Accademia di Scienze Tradizionali dell’India.
  • Aiutati, che Dio ti aiuta
    26 Settembre 2019

    La fortuna, per fortuna, non sta a lungo fissa nello stesso posto, né con la stessa persona.
    Ma questa sua eterna mobilità non è una sfortuna, perché ci obbliga a riprogettarci, a superare i nostri limiti, la nostra inerzia, le nostre paure.
    Quando una persona si abitua troppo alla fortuna, diventa irascibile anche per il più insignificante contrattempo; intrattabile a causa della pretesa a cui, sfortunatamente, si è resa oramai dipendente.

    L'evoluzione spirituale richiede un carattere affamato di libertà, creativo, capace di affrontare e risolvere problemi man mano che si presentano.
    È questa attitudine che dovremmo richiedere nelle nostre preghiere, piuttosto che domandare che la fortuna prenda residenza fissa a casa nostra.
    Questa predisposizione ci permette di rimanere lucidi, capaci di attendere il futuro con serenità, contando sulla Divina Provvidenza (dharma), che a tutto provvede.
    Ciò ricorda il detto popolare: "aiutati che Dio ti aiuta".

Dal Blog della nostra scuola di Formazione Insegnanti di Yoga

News

Marco Ferrini, fondatore e presidente del Centro Studi Bhaktivedanta, Accademia di Scienze Tradizionali dell’India.
  • Aiutati, che Dio ti aiuta
    26 Settembre 2019

    La fortuna, per fortuna, non sta a lungo fissa nello stesso posto, né con la stessa persona.
    Ma questa sua eterna mobilità non è una sfortuna, perché ci obbliga a riprogettarci, a superare i nostri limiti, la nostra inerzia, le nostre paure.
    Quando una persona si abitua troppo alla fortuna, diventa irascibile anche per il più insignificante contrattempo; intrattabile a causa della pretesa a cui, sfortunatamente, si è resa oramai dipendente.

    L'evoluzione spirituale richiede un carattere affamato di libertà, creativo, capace di affrontare e risolvere problemi man mano che si presentano.
    È questa attitudine che dovremmo richiedere nelle nostre preghiere, piuttosto che domandare che la fortuna prenda residenza fissa a casa nostra.
    Questa predisposizione ci permette di rimanere lucidi, capaci di attendere il futuro con serenità, contando sulla Divina Provvidenza (dharma), che a tutto provvede.
    Ciò ricorda il detto popolare: "aiutati che Dio ti aiuta".

Dal Blog della nostra scuola di Cucina

News

Marco Ferrini, fondatore e presidente del Centro Studi Bhaktivedanta, Accademia di Scienze Tradizionali dell’India.
  • Aiutati, che Dio ti aiuta
    26 Settembre 2019

    La fortuna, per fortuna, non sta a lungo fissa nello stesso posto, né con la stessa persona.
    Ma questa sua eterna mobilità non è una sfortuna, perché ci obbliga a riprogettarci, a superare i nostri limiti, la nostra inerzia, le nostre paure.
    Quando una persona si abitua troppo alla fortuna, diventa irascibile anche per il più insignificante contrattempo; intrattabile a causa della pretesa a cui, sfortunatamente, si è resa oramai dipendente.

    L'evoluzione spirituale richiede un carattere affamato di libertà, creativo, capace di affrontare e risolvere problemi man mano che si presentano.
    È questa attitudine che dovremmo richiedere nelle nostre preghiere, piuttosto che domandare che la fortuna prenda residenza fissa a casa nostra.
    Questa predisposizione ci permette di rimanere lucidi, capaci di attendere il futuro con serenità, contando sulla Divina Provvidenza (dharma), che a tutto provvede.
    Ciò ricorda il detto popolare: "aiutati che Dio ti aiuta".

  • 0587 733730

  • 320 3264838

  • Via Manzoni 9A, Ponsacco (PI)

Iscriviti alla Newsletter

Copyright © 2019 Centro Studi Bhaktivedanta, tutti i diritti sono riservati. P.IVA 01636650507 C.F. 90021780508
Informativa sulla Privacy e Cookies